domenica 8 aprile 2018

LO SCIPPO


di Francu Pilloni
Capisco che in Italia si parla di tempi lunghi, come se il tempo non contasse. Invece i nostri lettori, a parer mio, l'hanno in gran conto, anche quando, all'occasione, devono impiegarlo per leggere un racconto. Così mi piego all'occorrenza e ne pubblico uno alquanto breve.

La strada è inondata dal sole d'aprile, il giorno feriale e l'ora di mezza mattina la fanno deserta.
Ha capelli lunghi e biondi che nascondono uno zainetto la figura che ancheggia sul marciapiede dentro jeans attillati. Sulla spalla un borsa a tracolla.
Dall'incrocio spunta un vespino; sopra due giovani con casco integrale: lui alla guida, lei da passeggera, avanzano nel sole, nervosi e prudenti.
Sfiorano la bionda figura, la borsetta passa di mano con un agile strappo, consumando lo scippo.
Ecco la cronaca secondo per secondo:
1° - il vespino accelera zig-zagando;
2° - la ragazza nasconde la borsa fra il suo stomaco e la schiena del compagno che guida;
3° - poi si volta per accertarsi che non siano inseguiti;
4° - La figura ha testa rasata e ripone la parrucca nello zainetto;
5° - Il vespino rallenta, imbocca una via laterale per non dare nell'occhio: Vediamo che c'è!
6° - la ragazza fruga la borsetta; 

7° - Il rumore è sordo, attutito: bum!

( Meccanismo di scoppio regolato sui sette secondi ).

8 commenti:

  1. Racconto brevissimo ma efficace ed arriva la red razionem,questa è giustizia.

    RispondiElimina
  2. Mi scusi signor Francu ma non capisco l'accostamento con Salvini,non è certo un uomo che ammiro.

    RispondiElimina
  3. Giustizia alla Salvini: se ti scippano o ti entrano in casa, facciamoli pentire di essere nati.
    Se poi fossero immigrati, ...
    Era solo una battuta infelice.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Franco, spero tu non fossi infelice quando hai avanzato la battuta, perché io, per sé, infelice non l’ho trovata. Infelici, casomai (e a proposito), sono piuttosto certe espressioni di Salvini, appunto, quelle che poi deve impegnarsi a far passare per battute.
      Mi ha colpito l’insolita parsimonia nell’attribuzione di etichette: mi dirai che un racconto così breve non può sostenerne molte, eppure avrei visto bene, vicino a “scippo”, almeno “scoppio”.

      Elimina
    2. con scoppio avrei anticipato il finale.Non sono infelice, ma solamente in apprensione.
      E non per la politica, bada bene, ma per la Champions League: per fortuna la Roma ce l'ha fatta, ora tocca alla Juve.
      Io sto per il Cagliari prima, per la Juve dopo. Non per questo non ho goduto per lo spettacolo della Roma di ieri notte. E sono felicissimo del risultato.
      A vederla una finale con Roma-Juve!

      Elimina
  4. Sono lontano mille miglia dal concetto di giustizia di Salvini,tanti anni fa mi sono trovata ad affrontare uno scippo come lei descrive e,grazie a Dio,la vecchietta che stava per essere scippata si è salvata.Per piacere,signor Francu,aspetto,con gioia,una delle sue belle storie.

    RispondiElimina